L'Olbia nella penna dei bambini

Il progetto "L'Olbia nella penna dei bambini", riservato alle classi quinte della scuola elementare, nasce per creare e agevolare un punto di contatto duraturo tra l'universo Olbia Calcio e le nuove generazioni, seguendo un percorso di incontro non solo sportivo, ma anche didattico. Dopo l'incontro con i calciatori, il secondo appuntamento vedrà infatti gli alunni impegnati in una lezione di giornalismo durante la quale verranno forniti gli strumenti per scrivere una cronaca di una partita di calcio. Partita alla quale i bambini saranno invitati ad assistere in occasione delle sfide casalinghe dell'Olbia giocate allo stadio comunale "Bruno Nespoli".

Il Prato conquista una preziosa vittoria per merito di Romano che ha messo a tacere gli olbiesi segnando una doppietta e portando i tre punti a casa. L’Olbia non ha saputo sfruttare al meglio le numerose occasioni da gol nel 1° tempo.

I padroni di casa si schierano con il proprio “tridente” (Capello, Cossu, Ragatzu ), mentre il Prato con Moncini dietro alla punta Romano. I toscani mettono la firma sulla partita al 5’ minuto con un’incornata di Molfetta intercettata da Carboni e sulla respinta Romano va a segno.

Nel secondo tempo l’Olbia brilla di più, ma al 57’ subisce il secondo gol di Romano che beffa il portiere con un potente tiro. Al 72’ di Molfetta tocca con il braccio la palla proveniente da un cross di Piredda, l’arbitro indica il dischetto, tutta la panchina del Prato si alza per protestare, Benucci si scatena e l’arbitro lo manda sotto la doccia.

Sul dischetto si presenta Kouko appena entrato al posto di Murgia, tira e spiazza il portiere Iuliano. Kouko sfiora il gol in molte altre occasioni, ma la partita termina 1-2, nonostante i 6 minuti di recupero. Il Prato si porta a casa la vittoria lasciando l’Olbia con l’amaro in bocca.
Nonostante tutto l’Olbia ha giocato una bella partita.

5ªA - Scuola Elementare Terzo Circolo "Santa Maria"

Nella ventosa ma molto soleggiata giornata del 18 marzo 2017 l’Olbia gioca con il Como.
L’Olbia viene accolta dall’esultanza della 5ªB della scuola elementare di S. Maria.

La partita inizia con quindici minuti di ritardo. La sorte affida il calcio d’inizio al Como.
L’Olbia nei primi minuti si fa pericolosa e ha grandi possibilità di fare gol grazie agli incredibili cross. Al 18' i bianchi segnano il primo gol grazie a Kouko e tutti esultano, ma solo per qualche secondo perché poco dopo l’arbitro fischia per annullarlo per fuorigioco. Segue il tiro in porta di Piredda parato dal portiere del Como. Al 31' il numero 8 dei comaschi rompe il ghiaccio portando in vantaggio la propria squadra. Dopo quattro minuti arriva immediato il gol dell’Olbia per opera del numero 5 Dametto che mette a tacere l’entusiasmo dei tifosi comaschi e fa esultare gli olbiesi. Il primo tempo si conclude in parità.

Al 5' del secondo tempo tempo l’Olbia subisce un fallo ai danni di Pisano con conseguente punizione parata dal Como. Dopo alcuni minuti esce Kouko ed entra Ogunseye. Al 30' altro fallo subito dall’Olbia e altra grande parata del Como. Al termine del 2° tempo l’Olbia effettua un’ultima sostituzione: esce Ragatzu ed entra Capello. Quattro minuti di recupero non serviranno a cambiare il risultato, la partita si conclude 1-1, ma l’Olbia ha giocato benissimo. Prima di entrare nelle docce Iotti si ferma a salutare la 5ªB.

Chiara Macis - 5ªB Scuola Elementare Terzo Circolo Santa Maria