Scopigno, Olbia estromessa dalla monetina

Scopigno, Olbia estromessa dalla monetina

Una prestazione maiuscola e la migliore differenza reti non sono bastate. L'inspiegabile decisione di determinare la seconda finalista della Coppa Fair Play con il lancio della monetina estromette l'Olbia, meritevole sul campo, dalla Scopigno Cup.

Sul sintetico di Mandas i ragazzi di mister Ricci disputano una prova generosa e di qualità dando del filo da torcere al Cagliari, alla fine della partita vittorioso sui bianchi per 2-0 grazie alle reti messe a segno, una per tempo, da Marigosu e Ledda. A mancare, invece, quello che sarebbe il meritato gol del pareggio è l'Olbia che, specie nel secondo tempo, costruisce alcune nitide palle gol, la più ghiotta delle quali capita sui piedi di Ciaramitaro.

I risultati del girone di Terni, con la squadra di casa vittoriosa per 3-2 sulla Lazio dopo la sconfitta per 3-0 con la Roma nella prima giornata, promuoverebbe l'Olbia tra le migliori seconde per disputare la finale della Coppa Fair Play contro il Frosinone, forte della migliore differenza reti sulla concorrente (+1 per i bianchi, -2 per rossoverdi). L'organizzazione del torneo opta tuttavia per un incomprensibile lancio della monetina che "premia" la Ternana e lascia l'Olbia con un immeritatissimo sapore amaro in bocca. 

TABELLINO
Cagliari-Olbia 2-0 | 3ª giornata Scopigno Cup 

CAGLIARI: Cabras, Pici (42' Zedda), Corda (48' Cossu), Cusumano, Boccia, Chong, Dore (48' Ledda), Cannas (48' Agostinelli), Marigosu (48' Pinna), Contini (42'  Vinci), Cancellieri (42' Carboni). A disp.: Piga, Urbanski. All. Martino Melis.
OLBIA: Barone, Pittorra (67' Fenu), Mura, Faedda (60' Ciaramitaro), Cassitta, Occhioni, Soro (62' Bacciu), Chessa (48' Fideli), Scanu, Di Paolo (40' Secci), Floris (40' Occiganu). A disp.: Iori, Cardia, Nurra. All. Attilio Ricci.
ARBITRO: Pili di Cagliari.
MARCATORI: 13' Marigosu, 67' Vinci