"Ambiziosi e curiosi di scoprirci"

"Ambiziosi e curiosi di scoprirci"

Tanta voglia di partire e di regalare la prima gioia stagionale ai tifosi bianchi. È con spirito ottimistico che l'Olbia vive la vigilia del debutto in Coppa Italia in quello che sarà il primo di quattro derby in programma nella stagione 2018/19 contro l'Arzachena.

Al termine della seduta mattutina ad Aritzo e prima del trasferimento a Olbia, a presentare l'incontro è il tecnico dei bianchi Michele Filippi: "Arriviamo a questa partita forti di un entusiasmo e di una voglia di convincere che sono figli di un gruppo che ha manifestato, sin dal primo giorno, una grande ambizione e il fermo obiettivo di autodeterminare il proprio cammino nel corso della stagione. Chiaramente non siamo ancora al top della condizione, ma la squadra sta bene ed è in perfetta linea con quelli che sono i programmi". 

Prima competizione ufficiale, prima sfida dove il risultato mette in palio qualcosa. Quale sarà l'approccio dell'Olbia? "Il nostro credo prevede che la squadra scenda in campo alla ricerca della prestazione perché siamo convinti che questo sia il miglior investimento per il raggiungimento del risultato sportivo e della crescita di un gruppo del quale mi sento già orgoglioso per la dedizione e la voglia di migliorare che mi ha dimostrato in queste settimane". 

L'Arzachena si appresta a iniziare la sua seconda stagione in Serie C tra conferme e cambiamenti: "C'è rispetto per un avversario guidato da un tecnico preparato e che dispone di giocatori che conoscono la categoria e vorranno dimostrare di potersi ripetere anche quest'anno. Per noi, tuttavia, l'avversario rappresenta il contesto sul quale misurare le nostre ambizioni perché siamo consapevoli che la sfida è sarà sempre anzitutto contro noi stessi. Vogliamo capire quanto valiamo e siamo curiosi di sapere fin dove possiamo arrivare. Aver fame e ambizione dovranno essere gli attributi distintivi di questa Olbia".