Filippi: "Gruppo di uomini veri"

Filippi: "Gruppo di uomini veri"

Con una prova di sostanza e carattere l'Olbia conquista un punto importante contro l'Alessandria. Al termine della gara, il mister dei bianchi Michele Filippi elogia i ragazzi: "Quello di oggi è un punto importante per il modo in cui è arrivato. Probabilmente nel primo tempo abbiamo sentito il peso di dover fare bene, eravamo bloccati e siamo andati in sofferenza contro un'Alessandria che ha giocato una mezz'ora di grande intensità. Ci siamo difesi bassi, come tante squadre hanno fatto sinora contro di noi, e abbiamo dimostrato di riuscire a mantenere ordine e distanze".

Nell'intervallo la scossa: "Ci siamo guardati in faccia, ci siamo detti che potevamo fare di più e così è stato. Abbiamo alzato il baricentro restando solidi nella fase difensiva, la squadra ha dimostrato di saper giocare anche un calcio diverso, più sporco. Ho visto carattere e personalità, ma non avevo dubbi perché questa Olbia è composta da uomini veri". Al 28' il primo cambio, Tetteh per Pennington: "Nicholas aveva subito un trauma a Cuneo, ma ha voluto esserci a tutti i costi oggi. Se la sentiva ed era giusto che partisse dall'inizio di modo da garantirci un cambio sicuro all'occorrenza. Così è stato, perché Tetteh ha fatto un'ottima partita. Sta lavorando bene, sa che deve diventare più continuo e costante". Su Ragatzu: "Veniva da un'influenza pesante che l'ha enormemente debilitato. Per noi è un giocatore fondamentale e oggi, seppur non brillante, ha dato tutto quello che aveva mettendosi al servizio della squadra". 

Il punto dà fiducia e l'infermeria inizia a svuotarsi: "Piano piano recuperiamo i giocatori che sono stati assenti nelle ultime partite e crescerà la condizione di quei giocatori che hanno bisogno di più tempo per arrivare al top". Lunedì sotto con la Carrarese: "Paura? Assolutamente no. Sfidare la corazzata del girone ci dà carica e motivazioni". 

Simone Pinna soffia sulle 21 candeline giocando una prestazione guardinga e propositiva. E a fine gara si può sorridere, malgrado i crampi nel finale: "Penso che oggi abbiamo dato un segnale forte ottenendo un pareggio di carattere che vale davvero tanto. Venivamo da tre sconfitte consecutive e giocare contro questa Alessandria non era semplice. Abbiamo dimostrato di saper controbattere a una grande squadra ottenendo un pareggio che ci dà fiducia e conferma quanto il gruppo sia solido e capace di far fronte alle difficoltà".