"Cerchiamo continuità"

"Cerchiamo continuità"

Antivigilia dell'ultimo dell'anno, vigilia dell'ultima dell'anno. Il 2018 dell'Olbia è ormai agli sgoccioli e l'ultimo appuntamento in calendario prevede il match contro la formazione ligure dell'Albissola, che domani al "Nespoli" alle 14:30 sfiderà in bianchi nella prima gara del girone di ritorno. 

"Sarà una gara dove servirà combattere con rabbia e determinazione per centrare una vittoria che per noi vorrebbe dire tanto" esordisce il tecnico Guido Carboni, nella conferenza stampa post rifinitura. "In un campionato così equilibrato - prosegue - a fare la differenza saranno sempre l'attenzione e il furore agonistico, ma soprattutto la capacità di essere continui nella prestazione lungo tutta la durata della partita". 

Un match che oggi mette a confronto due squadre distanti appena un punto: "L'Albissola - spiega Carboni - è una squadra organizzata che ha un potenziale offensivo importante e la nostra classifica oggi dice che non esistono partite facili. Abbiamo bisogno di risalire la china e ritrovare un po' di serenità. Dimostriamo con i fatti che vogliamo tradurre in punti la voglia che abbiamo dentro". 

Il tecnico torna poi a commentare la gara di Vercelli: "Volevo anzitutto una risposta dalla squadra dopo l'ultima partita giocata in trasferta a Novara e la risposta, positiva, è arrivata. Abbiamo conquistato un punto al termine di una partita nella quale, se noi abbiamo comunque qualcosa da recriminare per il rigore non concesso a Ogunseye sull'1-0, la Pro Vercelli ha comunque meritato il pareggio nella ripresa. È stato un risultato importante, ottenuto contro una grande squadra". 

Nel corso della sfida del "Piola" l'uscita dal campo anzitempo di Daniele Ragatzu: "Ha preso una doppia botta che l'ha costretto ad alzare bandiera bianca, ma le terapie dello staff sanitario sono state tempestive e speriamo di poterlo recuperare già domani perché per noi è un giocatore determinante".