Sabato arriva la Lucchese

Sabato arriva la Lucchese

PRENOTA CON UN CLICK IL TUO POSTO AL NESPOLI

Coltivare un sogno. Seme dopo seme. Perché se i fiori iniziano a germogliare, presto arriverà anche la raccolta dei frutti. E l'Olbia intende fare di tutto per essere presente in quel momento.

I bianchi hanno iniziato lunedì alla Basa la preparazione alla sfida che li vedrà sabato opposti alla Lucchese. Martedì una doppia sessione di lavoro al Geovillage che neanche la pioggia caduta con insistenza in città ha diminuito nell'impegno e nell'intensità. Quindi, questo pomeriggio (registrato il rientro di Bellodi in gruppo dopo la positiva - qualificazione agli Europei centrata - esperienza con la Nazionale Under 19), il ritorno del gruppo alla Basa per lo svolgimento di una seduta consacrata al lavoro tecnico tattico.

Quella con l'avversario toscano è una partita che può assumere risvolti decisivi nella ricerca del miglior posizionamento per lo sprint finale. Dopo la convincente e bella vittoria ottenuta sul campo della Pistoiese, la truppa di mister Filippi ha infatti agguantato, a quota 34 punti (tre in meno di quelli conquistati, sul campo, dalla Lucchese), il dodicesimo posto in classifica e guarda con rinnovate ambizione e decisione a quel decimo posto occupato oggi dalla Pontedera, stabile a quota 39. 

In virtù di questo obiettivo, la gara interna con la Lucchese si colloca, in automatico, entro i confini di uno spazio denso di chiavi interpretative per il prossimo futuro. Consapevoli di avere di fronte un ostacolo difficile da superare, ancora imbattuto dai bianchi dal ritorno in Serie C e certamente in ottimo stato di forma. Ne sia ultima dimostrazione, il pareggio per 1-1 colto dalla squadra di Favarin (ex di giornata) ieri sera sul campo capolista Entella nel recupero dell'8ª giornata di campionato. 

Insomma, la Lucchese sarà un osso duro. Un'insidia che l'Olbia sa di poter superare con la forza caratteriale e la forza tecnica messe in pubblica mostra al "Melani" sabato scorso, quando Pisano e compagni sono stati in grado di riprendere slancio e vigore. Per dare nuova linfa al sogno occorre ora ritrovare il successo tra le mura amiche, quella vittoria che manca dalla sensazionale partita giocata contro la Carrarese lo scorso 17 febbraio.

Tra tre giorni si andrà a caccia di altri tre punti, perché a questa Olbia nessun obiettivo deve essere precluso.