"Emozione indescrivibile"

"Emozione indescrivibile"

Era il 23 gennaio quando, al termine della storica vittoria sull'Entella (oggi promossa in Serie B) capitan Pisano gli si avvicinò domandandogli, profeticamente, se volesse giocare insieme ai grandi. Lui raccattapalle a bordo campo rispose con un timido e insieme convinto "sì" di risposta che, tre mesi e mezzo dopo e tanti allenamenti formativi, si è trasforma nella più bella favola che si possa raccontare. 

Luca Belloni, olbiese doc, è sceso in campo quest'oggi, contro la Pro Vercelli, per la prima volta con la maglia dell'Olbia. Un esordio nei professionisti che brucia record (primo 2003 a esordire nei professionisti in Italia), per un talento nostrano che compirà 16 anni soltanto tra quattro giorni. 

Emozionato, ma già proiettato nella dimensione di chi nel calcio vuole togliersi tante soddisfazioni, proprio sotto lo sguardo paterno di Pisano che definisce "una figura fondamentale per me", il giovane centrocampista ha commentato a fine partita quello che non esita a definire un sogno che diventa realtà: "Sono felicissimo perché non proprio non me l'aspettavo. Soltanto tre mesi fa sognavo la convocazione, oggi ho addirittura esordito. Giocare per la maglia della mia città è un'emozione indescrivibile"