"Troppe disattenzioni"

"Troppe disattenzioni"

"Dobbiamo crescere e dobbiamo farlo in fretta, perché non è possibile vanificare una buona prestazione a causa di disattenzioni assolutamente evitabili". Francesco Pisano ha commentato in maniera franca e lucida la ricerca delle ragioni che stanno alla base della sconfitta rimediata dall'Olbia sul campo della Carrarese. "Al di là del risultato - ha proseguito il capitano - oggi abbiamo fatto una buona gara. Rispetto alle prime partite stagionali non è che sia cambiato qualcosa a livello di prestazioni, ma indubbiamente sta mancando quella concentrazione che fa la differenza nella gestione dei particolari di una gara". 

Poco prima, il mister dei bianchi Michele Filippi aveva anch'egli posto un forte accento su quanto le disattenzioni abbiano inciso sull'andamento della gara: "La squadra ha dimostrato anche oggi di saper stare bene in campo e di fare le cose giuste. Il punto è che non si può buttare via l'enorme mole di lavoro per via di disattenzioni del tutto evitabili che vanno a condizionare l'esito della gara". Il tecnico analizza quindi la partita in chiave globale: "Se potessi alienare la prestazione dal risultato, dovrei dire che oggi abbiamo offerto una prova di livello. Non abbiamo subito l'avversario se non in occasione dei calci piazzati ed è evidente come il risultato penalizzi il giudizio finale". Quindi il monito per i giorni a venire: "Non si può buttare via una partita in questo modo. Qui non si tratta di lavoro e di conoscenze, si tratta di mantenere alto il livello di attenzione per tutta la gara".