Le parole del postgara

Le parole del postgara

Dalla sala stampa del Melani, a commentare il 2-1 subito dalla Pistoiese sono il mister Michele Filippi e il terzino Mattia Pitzalis.

Questa la disamina del tecnico: "Eravamo in totale controllo della gara, ma a questa squadra manca ancora la percezione di quanto possa essere importante ogni singolo pallone. Questa incapacità di leggere le situazioni ci sta penalizzando tanto e descrive un aspetto su cui dobbiamo maturare velocemente". Filippi rinforza il concetto: "Come al solito, palloni che giudichiamo innocui si trasformano in giocate per noi letali. Non basta controllare la partita, dobbiamo capire che l'inerzia della stagione dipenderà dalla capacità di gestire questi momenti". Il riferimento è al gol del raddoppio della Pistoiese: "Abbiamo prima conquistato e poi perso un pallone. Non doveva succedere, così come dentro l'area si sarebbe dovuta avere una corsa di rientro veemente almeno quanto quella dell'avversario". Il cambio di modulo della Pistoiese ha influito? "Se vogliamo ragionare a partire dal risultato possiamo dire di sì, se invece ragioniamo sui contenuto direi proprio di no. Non mi sembra che l'Olbia abbia sofferto particolare situazioni tattiche. Dalla panchina mi sembrava che avessimo il predominio e la sensazione era che potessimo andare a dare la stoccata decisiva. C'è riuscita la Pistoiese e questo significa che sono stati più bravi di noi". 

Più laconico e stringato il terzino, che conferma le impressioni del mister: "La partita si è decisa per un episodio in cui non siamo stati cattivi e attenti quanto serviva. Abbiamo cercato fino all'ultimo di raddrizzare la gara, spiace non esserci riusciti". Sulle leggerezze che stanno contando punti pesanti: "Ha ragione il mister, le nostre mancanze ci stanno penalizzando. Serve massimo impegno per correggere il prima possibile questi difetti".