Forza Olbia, rimettiamoci in moto!

Forza Olbia, rimettiamoci in moto!

"Basta poco per riaccendersi, per cambiare l'inerzia di una stagione che oggi sembra più buia di quello che in realtà è". È un mister Filippi che predica equilibrio e serenità sfoderando con orgoglio l'arma della fiducia nella propria squadra, quello che si presenta in conferenza stampa per presentare la prossima sfida in calendario dell'Olbia. Domani, alle 15, i bianchi saranno di scena a Gozzano

"Andiamo a incontrare una buona squadra - puntualizza il mister - dai valori tecnici importanti e che ha immesso un buon gradiente di esperienza in rosa grazie a un mercato estivo importante. Sappiamo che sarà da difficile da affrontare, dovremo prestare attenzione alla loro rapidità, ma ancora di più concentrarci per andare a mettere in pratica quello che abbiamo fatto in settimana". 

E l'Olbia come sta? "Ovvio che questo non è un momento semplicissimo" ammette il tecnico che poi rivela come "da un punto di vista emotivo è normale non essere al massimo, ma sta a noi e solo a noi trovare la soluzione e sfruttare l'opportunità di domani comportandoci come quell'animale ferito che vuole rialzarsi". Filippi poi torna sulla prospettiva delle distanze dal punto di svolta: "Quando le cose non girano, sembra che tutto sia più difficile e lontano, ma la verità è che basta poco per riaccendersi e cambiare l'inerzia di una stagione che oggi sembra più buia di quella che è. Con razionalità e lucidità ci siamo concentrati sulla distanza reale che ci manca a colmare il gap".

In settimana si è lavorato spinti da una ventata di novità: "Mi sono soffermato a riflettere su quello che si può cambiare in meglio per essere più efficaci. La partita di domenica ha oggettivamente segnato, nei numeri, aspetti su quali non si può restare inerti. Abbiamo quindi lavorato per cercare di aumentare l'indice di pericolosità delle nostre azioni e del nostro possesso palla che, pur in grandi volumi, ha prodotto troppo poco". Analisi, sintesi e proposta in campo: "Penso sia giusto assecondare le esigenze della squadra sia dal punto di vista emotivo che dal punto di vista tecnico, se i segnali che manda sono così chiari". 

Quindi a Gozzano per la svolta? "Ogni gara deve e può segnare una svolta" taglia corto il tecnico. "Non siamo vittime di nessun sortilegio, quindi raccogliamo tutte le nostre forze per rialzarci ed essere protagonisti in questo campionato".