"Partita importante, non decisiva"

"Partita importante, non decisiva"

Sarà un'Olbia da battaglia quella che si presenterà domani al Rigamonti-Ceppi di Lecco per cercare la svolta a un campionato sin qui condizionato da un lungo digiuno da vittoria. Mister Brevi usa toni pacati ma diretti nel presentare una sfida, quella contro la compagine bluceleste, che per i bianchi rappresenta un banco di prova: "Sì, è una partita importante in chiave salvezza - ammette il tecnico - ma non decisiva perché il campionato è ancora molto lungo". 

Volge al termine la seconda settimana alla guida della truppa biancolbiese: "Abbiamo avuto un'altra settimana per lavorare insieme - spiega il mister - e ho avuto modo di constatare che i ragazzi hanno una grande cultura del lavoro e che ce la stanno mettendo tutta. Stiamo cercando di accelerare il processo di conoscenza, ma le risposte più esaustive arriveranno come al solito dal campo. Archiviata la sfida con il Monza, oggettivamente la più proibitiva, adesso dobbiamo capire chi siamo". 

Si riparte dall'eredità lasciata dalla sfida persa con la capolista: "Ho rivisto la partita con il Monza diverse volte. Posso dire che sino alla situazione del gol, pur lasciando il possesso palla all'avversario, avevamo concesso poco e creato i presupposti per andare in vantaggio. Ecco, dobbiamo ripartire dall'intensità messa in campo nel primo tempo". 

Il tecnico ribadisce quanto richiesto alla vigilia del proprio esordio e nell'immediato post gara: "Non esiste una cura specifica, ma indubbiamente dobbiamo diventare molto più aggressivi in campo e aumentare il ritmo e il numero di giri nella corsa. Stiamo intervenendo con lavori specifici per aumentare l'aggressività sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Il modulo? È importante, ma non fondamentale. In questo momento credo sia più efficace trasmettere pochi ma chiari concetti alla squadra".

L'Olbia si ritroverà di fronte il Lecco di D'Agostino, avversario in salute che dopo un avvio ad handicap ha ritrovato passo e punti: "Si tratta di una squadra che nelle prime dieci giornate ha avuto lo stesso trend dell'Olbia, ma che da qualche gara ha saputo svoltare. Attraversa un momento positivo, è in fiducia e ha avuto il merito di saper portare dalla propria parte gli episodi. Sarà una gara complicata". 

A segnare la trasferta lombarda dei galluresi ci sarà anche una lunga sequenza di assenti (Vallocchia, Ogunseye, Miceli e Van der Want), soltanto parzialmente bilanciata dai ritorni di La Rosa e Manca: "Purtroppo da quando sono arrivato non ho potuto contare sul pieno apporto di tutti gli effettivi. Siamo decimati, ma questo non influirà sull'atteggiamento. Abbiamo tutte le risorse che servono per fare risultato".