Sfatare il tabù e ripartire

Sfatare il tabù e ripartire

Archiviare definitivamente una prima parte di stagione deludente e sfatare il tabù Città di Gorgonzola. Per l'Olbia che si appresta a riaccendere i motori nel 2020, la sfida con la Giana Erminio rappresenta l'occasione per riscattare le amarezze e per dare il la alla scalata in classifica. Il nuovo anno ha portato in dote alla squadra del mister Oscar Brevi due rinforzi: tra i pali Simone Aresti, in cabina di regia Manuel Giandonato, quest'ultimo arrivato in mattinata e subito in campo nella seduta di rifinitura svolta al Nespoli. 

Ci sono attesa, stimoli e voglia di rivalsa. L'Olbia intende partire con il piede giusto sul campo di una squadra che, nei due precedenti disputati, ha sempre fatto bottino pieno. Proprio per questo, come sottolinea Brevi in conferenza stampa, più che ai gridi è alla battaglia che la squadra deve pensare: "Le parole adesso non servono" chiarisce il tecnico. "A parlare sarà il campo. C'è da correre e pedalare per dimostrare chi siamo". Già, che Olbia sarà? "Deve essere un'Olbia che riparte con vigore e grinta. Abbiamo lavorato per questo e questo mi aspetto dall'atteggiamento dei ragazzi".

Per Brevi tre partite alle spalle e un lavoro sull'identità della squadra che inizia a dare i primi frutti: "Dobbiamo cominciare a dare continuità alla prestazione nel corso della gara e da partita a partita. Fare nostro quell'atteggiamento aggressivo e determinato che sinora ho visto solo a sprazzi. Serve questo per scalare le posizioni in classifica. Domani scenderemo in campo contro un avversario che si trova nella nostra stessa situazione di classifica. A fare la differenza sarà lo spirito con il quale affronteremo la gara". 

Nel corso dell'incontro con la stampa c'è spazio anche per un commento sulle mosse di mercato: "Quello invernale è un mercato complicato per tutti che poggia su equilibri sottili e ha tante variabili. Sia Aresti che Giandonato erano delle prime scelte e la Società è stata abile a chiudere le operazioni prima della ripresa del campionato. L'obiettivo è quello di alzare la qualità della squadra, vedremo come la situazione evolverà nei prossimi giorni". 

Quasi un mese di stop tra blocco campionato e vacanze natalizie: "Le riprese sono sempre dei punti interrogativi - spiega Brevi - perché si perde un po' il ritmo della gara e perché non si sa mai quali incognite si nascondono dietro la sosta. Lo vedremo domani: dobbiamo cercare di ottenere il massimo. Con fiducia e determinazione".

A distanza di un girone esatto dall'ultima vittoria, l'Olbia va a caccia di tre punti, sorrisi e slancio per iniziare nel migliore dei modi la rincorsa alla salvezza.