L'Olbia saluta Berchidda con una vittoria

L'Olbia saluta Berchidda con una vittoria

Quarto test stagionale per l'Olbia, di scena questo pomeriggio al "Manchinu" contro la formazione Primavera del Cagliari. Una giornata calda ma ventilata accompagna quindi l'ultima sgambata (vittoria per 3-2) degli uomini di mister Mignani in quel di Berchidda, località che ha ospitato la preparazione dei bianchi a partire dal 24 luglio. Adesso due giorni di break per poi riprendere mercoledì pomeriggio a Lunamatrona, dove l'Olbia svolgerà la terza parte del ritiro estivo. 

PARTITA DIVERTENTE. L'Olbia, scesa in campo in completo bianco, paga in campo comprensibilmente i notevoli carichi di lavoro messi sulle gambe nel corso della settimana. La squadra cerca come di consueto di privilegiare il possesso palla e lo sviluppo del gioco attraverso trame fitte e dinamiche, mettendo in mostre comunque buone soluzioni. La partita si mantiene comunque su ritmi sostenuti per tutti i 90' divertendo il pubblico accorso nell'ordine delle 400 unità per assistere al match. I bianchi scendono in campo con Montaperto in porta e con Pinna, Dametto, Capitanio, Cotali a comporre la linea difensiva. Geroni, Muroni e Feola a centrocampo con Cossu ad agire dietro le punte Capello e Senesi.

PRIMO TEMPO. In avvio di gara sono molto attivi sulla sinistra Cotali e Senesi, che riescono spesso ad arrivare sul fondo al cross. Al 18' un colpo di testa di Dametto viene salvato sulla linea da Cadili, ma al 26' è il Cagliari a passare: Mastino lancia Rahuf sul filo del fuorigioco, cross tagliando dentro e appoggio in rete di Camba: 0-1. Passano 6' e l'Olbia trova il pari con Senesi, che insacca da posizione centrale capitalizzando l'ottimo spunto personale di Capello. Negli ultimi 10' si accende Cossu che illumina la manovra offensiva dell'Olbia con dribbling e assist. Da un suo corner, Capitanio di testa chiama al miracolo Carboni (tornato in campo nella parte finale del primo tempo: per lui prima uscita dopo la frattura al braccio rimediata a Lanusei con la maglia dell'Olbia lo scorso 21 febbraio).

SECONDO TEMPO. Nella ripresa Mignani manda in campo gli stessi effettivi fatta eccezione per Miceli e Russu, che prendono il posto di Dametto e Cotali. Cossu riparte con gli stessi sprazzi di genio, mentre Senesi è sempre mobile e pericoloso e Capello sfiora il vantaggio con un tiro di poco alto sulla traversa. Al 55' è però il Cagliari a sorprendere: Camba controlla in area e piazza un tracciante a giro che si insacca alla sinistra di Montaperto: 1-2 e doppietta personale per il giovane attaccante rossoblù. Al 75' Senesi viene atterrato fallosamente in area di rigore da Cadili. Dal dischetto Capello non sbaglia e porta il punteggio sul 2-2. Nel finale, all'89', Miceli con un imperioso stacco di testa firma il 3-2 regalando così all'Olbia la vittoria.

LE PAROLE DEL MISTER. Al termine della gara Mignani commenta così la partita: "Veniamo da una settimana di duro lavoro, sapevamo che avremmo potuto faticare contro una squadra pimpante composta da ragazzi che hanno voglia di mettersi in mostra. Sicuramente abbiamo tanto bisogno di lavorare insieme e di migliorarci, con il passare dei giorni cresceremo di condizione e saremo più brillanti, compatti e aggressivi".

TABELLINO

OLBIA: Montaperto, Pinna (81' Scarf), Dametto (46' Dametto), Capitanio, Cotali (46' Russu), Muroni (61' Galeotti), Geroni (58' Hottor), Feola (58' Auriemma), Cossu (70' Murgia), Capello, Senesi. A disp.: Deiana, Sarritzu. All.: Mignani

CAGLIARI: Bizzi (30' Carboni), Mastino, Briukhov, Cadili, Pitzalis, Taccori, Biancu, Porcheddu, Doratiotto R., Manca, Camba. Entrati nel corso del secondo tempo: Crosta, Doratiotto F., Mastromarino, Rahuf, Parisio, Serra G., Serra A., Fini, Daga. All.: Canzi

RETI: 26' Camba (C), 32' Senesi, 55' Camba (C), 75' Capello, 89' Miceli