"Serve più coraggio"

"Serve più coraggio"

Domani batte il gong della settima giornata di campionato. L'Olbia sarà di scena al "Nespoli" contro la capolista del girone A Pro Vercelli allenata da Francesco Modesto.

Si troveranno di fronte due squadre che vivono momenti certamente differenti: i bianchi, reduci da tre pareggi consecutivi, cercano con insistenza la prima vittoria stagionale; gli ospiti, invece, volano sulle ali dell'entusiasmo, dopo la vittoria contro la Juventus U23 valsa la temporanea conquista del primato. 

Mister Canzi, nella consueta conferenza prepartita, riparte da quanto visto a Piacenza: "Di buono abbiamo preso il punto e una grande dimostrazione di forza caratteriale, ma non posso difendere la prestazione dei ragazzi che sono consapevoli che domani, contro la Pro Vercelli, dovremo affrontare i novanta minuti in maniera diversa perché davanti avremo un avversario che gioca a ritmi molto alti e che sa fare male". 

L'Olbia viene da tre pareggi consecutivi, ma mantiene intatta la voglia di portare a casa i primi tre punti stagionali a cui è andata vicina in queste prime sei uscite: "Ci arriveremo consapevoli di dover impattare diversamente la partita. Anche dal punto di vista del coraggio. Non ci possiamo permettere di giocare per difenderci o di aver paura di vincere. Siamo obbligati a ottenere i risultati attraverso il gioco. Non ci sono altre strade e contro Pro Sesto e Livorno avevamo dimostrato di essere sulla quella giusta". 

I risultati passano anche dal miglioramento nello sviluppo della fase offensiva: "Indubbiamente dobbiamo riuscire a supportare meglio gli attaccanti con le nostre mezzali. Sicuramente il modulo utilizzato prevalentemente sinora suggerisce di fare volume attraverso altre soluzioni, ma sapremo apportare i correttivi che servono".