LA PRIMA GIOIA!

LA PRIMA GIOIA!

Sarà il "Melani" che porta bene. O, molto più probabilmente, la fame di vittoria e la voglia di riscatto che hanno spinto un'Olbia autoritaria a centrare il primo successo pieno stagionale, il quarto negli ultimi cinque anni nella tana della Pistoiese

A mettere la firma sui primi tre punti stagionali sono stati Ladinetti (freddissimo dal dischetto) un colpo di genio di Giandonato, che tra fine primo tempo e inizio ripresa hanno ribaltato l'iniziale vantaggio di Chinellato. L'Olbia, che per l'occasione odierna recuperava proprio il numero dieci e il perno difensivo Emerson, ha giocato una gara guardinga e ritmata, facendosi globalmente preferire a un avversario, quello arancione, che ha comunque lottato fino all'ultimo nonostante l'inferiorità numerica. 

In avvio, dopo un leggero predominio ospite, è la Pistoiese a costruire la prima palla gol con Cesarini che, seminato il panico in area olbiese, trova al 9' un prodigioso Tornaghi a sbarrargli la strada. Scampato il pericolo, è la difesa arancione a sudare freddo quando al 15' Marigosu trova il corridoio per Udoh che da buona posizione calcia fuori d'un soffio. Al 22', un'elaborata ma efficace azione biancolbiese al limite dell'area si conclude con una conclusione di Ladinetti salvata sulla linea da una maglia arancione. L'equilibrio di una partita vibrante e sostenuta viene spezzato al 27' quando la Pistoiese sfonda sulla sinistra con Simonti il cui traversone viene corretto in rete dal colpo di testa di Chinellato

L'Olbia incassa il colpo, ma non sbanda. Guadagna metri collezionando corner e conclusioni dalla distanza fino a quando, al 41', un'autentica follia del portiere locale incide in maniera determinante sulla gara. Al termine di un'azione convulsa in area toscana, Perucchini fa sua la sfera ma, da terra, scalcia platealmente Pennington. Il direttore di gara vede tutto e, dopo aver estratto il cartellino rosso, indica il dischetto. A Ladinetti l'onere e l'onore di trasformare il rigore che, al 42', riporta la sfida in parità: 1-1 e prima rete nei professionisti per il centrocampista bianco. 

La prima frazione si chiude sulla velenosa punizione di Giandonato e la ripresa riparte con un'inerzia totalmente a favore dei bianchi. Che crescono in convinzione e personalità e al 54', perfezionato l'affondo sulla sinistra con Cadili, trovano il gol del sorpasso: Giandonato raccoglie i preziosi sforzi profusi dal compagno al limite dell'area e con un autentico colpo da biliardo lascia Vivoli di stucco: 1-2. Sulle ali dell'entusiasmo, l'Olbia si fa un po' troppo sprecona nelle ripartenze, mentre la Pistoiese, con grandi sforzi, fa di tutto per riacciuffare la partita.

L'ingresso di Ragatzu è un ulteriore iniezione di imprevedibilità per l'Olbia e di pericolo per la Pistoiese, ma i bianchi mancano il colpo del ko in due nitide circostanze proprio con il numero trenta al 76' (gran tiro al volo che scheggia il palo) e al 77' (Vivoli prodigioso sul mancino a giro). Al 79' c'è gloria anche per Tornaghi, decisivo nel neutralizzare la conclusione ravvicinata in spaccata di Viviani. Seguono capovolgimenti di fronte, tanta confusione e un doppio palo colpito da Gagliano.

Dopo 4' di recupero, però, l'Olbia può tirare un sospiro di sollievo e alzare le braccia al cielo. Una vittoria è sempre bella, ma quando la aspetti da otto giornate ha un valore unico. Liberatorio e ricostituente. 

TABELLINO
Pistoiese-Olbia 1-2 | 11ª giornata

PISTOIESE: Perucchini, Romagnoli, Camilleri (65’ Cerrettelli), Sirmonti, Solerio, Tempesti (42' Vivoli), Pierozzi, Spinozzi (75’ Mal), Valiani, Cesarini, Chinellato (75’ Gucci). A disp.: Vivoli, Toselli, Llamas, Salvi, Cavalli, Giordano, Stoppa, Renzi, Rondinella. All.: Nicolò Frustalupi
OLBIA: Tornaghi, La Rosa, Emerson, Altare, Pennington (73’ Arboleda), Ladinetti, Lella, Cadili, Giandonato (63’ Ragatzu), Marigosu, Udoh (73’ Gagliano). A disp.: Barone, Van der Want, Dalla Bernardina, Pitzalis, Secci, Demarcus, Occhioni, Di Paolo. All.: Max Canzi
ARBITRO: Eugenio Scarpa (Collegno). Assistenti: Paolo Cipolletta (Avellino) e Giuseppe Cesarano (Castellamare di Stabia). Quarto ufficiale: Marco Peletti (Crema).
MARCATORI: 27' Chinellato (P), 42' rig. Ladinetti, 54' Giandonato
AMMONITI: 26' Pennington, 44' Pierozzi (P), 47' Cesarini (P)
ESPULSO: Al 40' Perucchini (P) per comportamento violento.
NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Recupero: 3' pt, 4' st.