Olbia tenace in trasferta: 1-1 con la Lupa Roma

Olbia tenace in trasferta: 1-1 con la Lupa Roma

Un'altra grande prova di forza e carattere. L'Olbia esce indenne dall'Olindo Galli di Tivoli e coglie contro la Lupa Roma di Di Michele un pareggio che conferma il primo posto nel girone I e dice di una squadra che mantiene nel proprio dna la voglia di imporsi su ogni campo.

PRIMO TEMPO. A distanza di tre giorni dall'esordio in campionato, Mignani rimescola le carte per il secondo impegno di Coppa. Turnover comprensibile, per dare fiato alla rosa ma anche per mettere alla prova in un test probante (la Lupa Roma sarà avversaria dell'Olbia nel girone A) tutte le risorse. Il tecnico genovese ridisegna dunque il suo 4-3-1-2 cambiando sei undicesimi (Carboni, Pinna, Auriemma, Feola, Murgia e Capello) rispetto alla squadra vittoriosa sette giorni fa sul Racing Roma. Il primo tempo lascia poco allo spettacolo: due squadre guardinghe si fronteggiano senza affondare il colpo, stando ben attente a coprire gli spazi e a prevedere i rimbalzi impazziti della palla su un manto erboso piuttosto scorbutico. Nel baillame agonistico brillano dunque le energie sprigionate nella linea mediana bianca con Feola e Auriemma sugli scudi da una parte, mentre Ventola e Proia si evidenziano per corsa e sacrificio dall'altra. 

SECONDO TEMPO. È nella ripresa, invece, che la partita si infiamma. L'avvio delle due squadre è determinato: Capello al 53' impegna severamente Svedkauskas dalla distanza, mentre Mastropietro un minuto dopo calcia a lato da buona posizione. Al 69' il gol che sblocca la gara: Ventola converge dalla sinistra guadagnando il fondo, il cross teso trova la luce tra il palo e Carboni che, nel tentativo di respingere, manda la palla nel sacco. Ma nelle difficoltà, l'Olbia trova la forza per cambiare l'inerzia della gara. Geroni, entrato al 60', prende in mano la squadra e al 78' serve Murgia con una verticalizzazione: il folletto bianco ci prova dal limite, ma la palla finisce a fil di palo. Due minuti dopo Kouko guadagna una punizione dal limite su zolla decentrata a destra. Ci pensa Geroni a confezionare una gemma artistica togliendo la ragnatela dal sette e fissando il risultato sull'1-1 finale. 

In attesa che si completi la seconda giornata del girone I (il 31 la Lupa Roma farà visita al Racing Roma), l'Olbia mantiene la testa del girone I e soprattutto acquisisce ulteriore fiducia per il campionato. Sabato con il Renate inizia una stagione attesissima con i bianchi arrivano allo start rinfrancati da due ottime prove in Coppa e soprattutto determinati a proseguire un percorso di crescita che potrà dare grandi soddisfazioni.

TABELLINO LUPA ROMA-OLBIA (3ª giornata Coppa Italia)

LUPA ROMA: Svedkauskas, Cafiero, Sfanò, Celli, Palomeque, La Camera, Proia (75’ Garufi), Corvesi, Mancosu (72’ Iorio), Mastropietro, Ventola (83’ Gaetano). A disp.: Chinerai, Gambale, Bianchi, Sarrocco, Rita, Di Matteo, Gaetano. All.: Di Michele

OLBIA: Carboni, Pinna, Dametto, Miceli, Russu, Piredda (60’ Geroni), Feola, Auriemma (76’ Muroni), Murgia, Capello (72’ Kouko), Senesi. A disp.: Montaperto, Van der Want, Cotali, Cossu, Ragatzu, Scanu. All.: Mignani

Marcatori: 69' Ventola, 80' Geroni (O)

Ammoniti: Auriemma (O), Celli

Note: campo in condizioni non ottimali