Occhiuzzi: "Giornata storta"

Occhiuzzi: "Giornata storta"

Al termine dell'incontro perso contro il Rimini, il tecnico dei bianchi Roberto Occhiuzzi ha commentato così la sfida: "Va dato valore all'avversario che ha meritato di vincere, ma sicuramente ci abbiamo messo del nostro. Oggi è stata una giornata no. L'Olbia non è questa né per individualità né per collettivo". 

La gara è stata indirizzata da tre episodi costati alla squadra le tre reti subite: "Il rigore, visto dalla panchina, sembrava esserci, mentre su altre decisioni mi è parso che il metro di giudizio non sia stato equo. Mi riferisco in particolare all'azione che ha portato al secondo gol del Rimini: il direttore di gara l'ha giudicata come una spallata, ma poco prima aveva fischiato un fallo a nostro sfavore in un'azione del tutto simile. Sono episodi che possono segnare una partita". 

L'obiettivo era di sbloccarsi in fase offensiva, è arrivata invece una prova che, a livello difensivo, non ha funzionato: "È stato fatto indubbiamente un passo indietro in determinate cose che davamo per acquisite a livello di solidità. L'obiettivo era cercare di fare ulteriori passi in avanti nell'attacco all'area avversaria, non ci siamo riusciti. Paghiamo anche l'assenza di un attaccante centrale con le caratteristiche di Nanni ed è anche in funzione di questa assenza che stiamo lavorando diversamente in settimana". Tra gli aspetti positivi, i debutti di Incerti e Zanchetta: "Sono contento della risposta che hanno dato. Abbiamo diversi giovani che si stanno mettendo in evidenza. Dovremo affrontare un campionato duro e lungo, ci sarà bisogno di tutti".

Non si discosta da quello del tecnico il giudizio di Gabriele Bellodi: "Dopo la prestazione offerta contro la Vis Pesaro, oggi abbiamo compiuto un passo indietro. Siamo mancati in tante cose, nel primo tempo non eravamo noi. Nella ripresa siamo entrati con un approccio diverso, abbiamo fatto meglio, ma la terza rete del Rimini, per quanto fortunosa, ci ha tagliato le gambe". 

Gli episodi hanno segnato la gara: "In avvio abbiamo avuto l'occasione di sbloccare il risultato, poi sul rigore è cambiata la partita. Avevamo davanti un avversario tosto ed esperto, il primo di questo livello che affrontavamo in stagione. Portiamo a casa una lezione: di fronte ad avversari di questo calibro, non possiamo sbagliare niente. Il Siena? Altra squadra di livello, ma giocheremo in casa e lo faremo per vincere".