Ad Alessandria per i tre punti

Ad Alessandria per i tre punti

Con la consapevolezza di dover fare risultato, l'Olbia è partita questa mattina alla volta di Alessandria. La rifinitura, svolta presso il Centogrigio Sport Village, è servita a rivedere gli ultimi dettagli. Domani, alle ore 13:00, al Moccagatta sarà una sfida cruciale per i bianchi di Roberto Occhiuzzi che dal ritiro presenta l'impegno dei suoi ragazzi, reduci dal ko interno con il Cesena e da quello di sette giorni prima a Carrara: "Veniamo da due sconfitte che bruciano e fanno male. Ma quando si vive con il rammarico dopo aver perso contro squadre di vertice, significa che possiamo giocarcela contro tutti e la voglia di reagire è una naturale conseguenza. In questi giorni abbiamo lavorato molto sull'aspetto mentale". 

Olbia penultima con 11 punti, l'Alessandria la precede con 2 lunghezze di vantaggio. Si profila un vero scontro diretto: "La classifica ci fa preoccupare e sentire responsabili per i punti che ci mancano" premette Occhiuzzi che poi aggiunge: "Finché non ci saremo tirati fuori dalla zona calda, per noi saranno tutti scontri diretti. Certamente quello di domani è contro una diretta concorrente, quindi i punti si fanno più pesanti". 

Una gara da giocare con le gambe, ma soprattutto con la testa: "L'Alessandria - spiega il tecnico - è una squadra che sull'asse centrale porta molta esperienza e sa sfruttare molto bene gli errori degli avversari. Mi aspetto una gara tesa che dovremo affrontare con piglio e senza ansia. Non è una finale, ma l'approccio che dovremo avere dovrà essere quello da finale".

Al Moccagatta Occhiuzzi potrà contare su un Contini in più: "È un giocatore per noi importante perché ha caratteristiche uniche nella squadra. Turnover? Nella nostra rosa non si parla di turnover perché in campo va sempre chi è nelle migliori condizioni".