E ora sotto con la Cremonese

E ora sotto con la Cremonese

Il tempo dei festeggiamenti è finito. Le emozioni della spettacolare vittoria riportata sulla Giana Erminio domenica sono ancora vive nella mente di tifosi e giocatori, ma la legge del martedì resta invariata: inizia una nuova settimana di impegno e lavoro per preparare al meglio la prossima partita in programma. Domenica 16 ottobre, allo stadio Giovanni Zini, l'Olbia sarà di scena contro la Cremonese

I bianchi si sono ritrovati questo pomeriggio al "Nespoli" per la ripresa degli allenamenti. Al lavoro aerobico nella prima parte della seduta svolto sotto l'occhio vigile del preparatore atletico Baldus, hanno fatto seguito esercitazioni di possesso palla e una partitella finale dirette da mister Mignani. Si è allenato regolarmente con la squadra Carboni, mentre Muroni, fermatosi la scorsa settimana per un problema muscolare, ha ripreso a correre in differenziato. Lavoro a terra per Pisano, mentre Feola si è dedicato a terapie strumentali.

Sarà una sfida di prestigio quella contro la Cremonese di Attilio Tesser, reduce anch'essa da una vittoria in rimonta. Come l'Olbia, anche i grigiorossi sono riusciti contro l'Arezzo nell'intento di ribaltare il risultato dallo 0-2 al 3-2, timbrando con Stanco (doppietta) e Maiorino le reti nell'ultimo quarto d'ora di gioco, recupero compreso. Due vittorie di carattere, per due squadre che distano in classifica di sei lunghezze, con i lombardi terzi a quota 17 punti e i bianchi risaliti sino alla nona posizione con 11 punti.

La Cremonese, squadra costruita per lottare ai vertici del girone, cercherà in tutti i modi di sfruttare il doppio turno casalingo per non perdere contatto con Alessandria e Viterbese, ma l'Olbia si presenterà allo "Zini" senza alcun timore reverenziale, determinata a invertire il trend negativo avuto sinora in trasferta e rinfrancata dalla dirompente prova di forza offerta nel secondo tempo contro la Giana Erminio.