OLBIA DISATTENTA, VINCE LA PISTOIESE

OLBIA DISATTENTA, VINCE LA PISTOIESE

Il turno infrasettimanale non è foriero di allegria. L'Olbia esce sconfitta sul proprio campo dalla Pistoiese, rimediando un brutto 3-1 e la seconda sconfitta consecutiva. Non è servito l'improvvido recupero di capitan Cossu per rimettere in carreggiata i bianchi. La squadra toscana si è dimostrata nell'arco dei 90' più attenta e compatta, punendo l'Olbia a ogni minimo errore e trovando, nelle parate di Feola e Albertoni e nei legni il giusto aiuto per riuscire nell'impresa. A timbrare il tabellino dei marcatori, Varano (doppietta per lui al 26' e al 65') e Rovini (43') per la Pistoiese, mentre il gol dell'Olbia (66') porta la firma di Guglielmotti, che devia nella propria porta un cross teso di Cossu.

Prima e dopo le marcature, i portieri non sono rimasti di certo inoperosi, disimpegnandosi in interventi tanto spettacolari quanto decisivi. A inaugurare il festival dei miracoli è il portiere ospite già all'11', quando respinge un sinistro esploso repentinamente da Piredda. E poi al 21', quando l'oliata catena di destra Muroni-Pinna confeziona un cross che Kouko raccoglie di testa esaltando i riflessi di Feola. La velenosa zuccata di Varano che vale l'1-0 disunisce l'Olbia e allora Carboni deve fare gli straordinari su Gyasi, Proia e Varano, mentre nulla può sulla staffilata di Rovini che si insacca sul palo lontano. Da un'area all'altra, ma la porta pistoiese sembra stregata e Feola nega a Miceli il gol che avrebbe portato le squadre all'intervallo sul 2-1.

Nella ripresa è un'Olbia tutto cuore. La Pistoiese viene compressa nella propria metà campo ma gli sforzi profusi in cerca del gol si infrangono sulla traversa quando Capello da pochi passi conclude in spaccata una sponda di Kouko. AL 64' è ancora il numero nove bianco a rendersi pericoloso, ma il suo sinistro (deviato) dà solo l'illusione del gol che invece, sessanta secondi dopo, trova in contropiede la Pistoiese: Varano si invola dalla trequarti e con un diagonale batte Carboni per la terza volta. Il gol dei bianchi arriva una manciata di attimi dopo e alla fine altro non sarà che il punto della bandiera. Il forcing dell'Olbia prosegue ma le energie si esauriscono e alla fine, la sconfitta, si concretizza con il triplice fischio dell'arbitro.

Delusione nei volti in campo, un lungo applauso dei presenti dalla tribuna. Ripartiamo dalla vicinanza del nostro meraviglioso pubblico.

TABELLINO

Olbia-Pistoiese | 17ª giornata

OLBIA: Carboni, Pinna, Pisano (20' Quaranta), Miceli, Cotali, Muroni, Geroni (68' Ragatzu), Piredda, Cossu (74' Murgia), Kouko, Capello. A disp.: Montaperto, Van Der Want, Tetteh, Delgado, Senesi, Russu. All. Mignani

PISTOIESE: Feola (46' Albertoni), Sammartino, Priola, Rovini, Gyasi, Proia (71' Benedetti), Minotti, Varano (67' Finocchio), Hamlili, Neuton Piccoli, Guglielmotti. A disp.: Placido, Boni, Colombini, Luperini, Tomaselli. All. Remondina

ARBITRO: Sig. Matteo Marchetti di Ostia Lido. Assistenti: Frontemurato e Teodori

MARCATORI: 26' e 65' Varano (P), 43' Rovini (P), 66' aut. Guglielmotti (O)

AMMONITI: Guglielmotti

NOTE: Spettatori 650 circa. Recupero: 3'pt; 3'st.