Mignani: "A Livorno con personalità"

Mignani: "A Livorno con personalità"

Ultimo allenamento per i bianchi prima della rifinitura di domani e della partenza alla volta di Livorno dove domenica andrà in scena una partita tra due squadre a caccia di riscatto. Al termine della sessione mattutina svolta sul campo centrale del Geovillage, mister Mignani ha parlato in conferenza stampa al "Nespoli" per presentare la trasferta in terra toscana dove l'Olbia cercherà di invertire il trend dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Pro Piacenza e Lupa Roma. E magari cogliere il primo successo della propria storia all'Ardenza.

All'andata fu vittoria bianca per 1-0. Un ricordo che deve dare la giusta carica alla squadra, come sottolinea il tecnico: "Il Livorno è una squadra composta da giocatori di categoria superiore, che sino all'incidente di Como era lanciatissima e in rimonta sulle battistrada. È reduce da un pareggio a Lucca su un campo infausto e davanti al proprio pubblico cercheranno di riprendere la corsa. È vero, all'andata siamo stati più bravi e abbiamo vinto: questo è un dato che ci deve infondere ancora più voglia e fiducia, consapevoli che stavolta ci sarà da stringere i denti e da lottare più del solito. Dobbiamo entrare senza paura e con personalità, sfruttando le nostre qualità".

La settimana di preparazione era iniziata lunedì con un giorno di anticipo, dopo il ko interno contro la Lupa Roma: "Questa società non ci ha mai fatto mancare niente e se ha ritenuto che la prestazione non fosse soddisfacente, è stato giusto anticipare la ripresa per portarci a un confronto e a una riflessione immediati". Cosa non ha funzionato contro la Lupa? "Non siamo stati brillanti come altre volte, la prestazione non è stata sicuramente eccelsa e se fosse arrivato uno 0-0 l'avremmo accettato perché nell'arco di un campionato possono capitare partite del genere. Sicuramente io domenica sera e lunedì ero molto arrabbiato: non mi piace perdere e soprattutto perdere al 90' in quella maniera".

In settimana si è detto e ripetuto più volte che per fare punti e uscire a testa alta, l'Olbia deve dimostrare di avere sempre più fame dell'avversario: "Concordo, la coscienza della squadra deve tendere sempre a quell'obbiettivo. Ne abbiamo parlato tanto, ma io vorrei andare oltre e dire che adesso dobbiamo anche darne prova in campo. Domenica al Livorno dobbiamo far capire sin da subito che sarà molto dura per loro".

Per il match contro la formazione di Foscarini, i bianchi recuperano Kouko, Cossu e Ricci, mentre Piredda sconterà l'ultimo turno di squalifica: "Ricci sta bene, si è allenato in settimana e se tutto va come deve, domenica giocherà lui. Vorrei fare comunque i complimenti a Van der Want per l'atteggiamento di serietà e professionalità che ha sempre mostrato da quando sono allenatore dell'Olbia. È una risorsa per questo gruppo e ha ancora ampi margini di miglioramento".