OLBIA BELLA ANCHE IN COPPA

OLBIA BELLA ANCHE IN COPPA

Un ampio turnover, ma le stesse fondamentali qualità. Morali, caratteriali, tecniche. L'Olbia di Coppa, di scena al "Rocchi" di Viterbo e scesa in campo con un undici dall'età media di 20,5, ha la grinta e il coraggio giusti per ottenere un 2-2 meritato che, se non vale la qualificazione, conferma comunque il valore della rosa e la crescita di tutti gli effettivi. Partita viva e divertente sino all'ultimo respiro, con due pali e tante occasioni per parte. Vince lo spettacolo, si qualifica la Viterbese in virtù della migliore differenza reti, mentre l'Olbia esce dalla competizione imbattuta e a testa altissima.

PRIMO TEMPO. La squadra gallurese, rivoluzionata per nove undicesimi rispetto a quella vittoriosa contro il Gavorrano, battaglia alla pari contro un avversario, carte d'identità alla mano, più esperto. Tanti (e tutti positivi) i battesimi, tra esordi stagionali e assoluti nel professionismo: da Leverbe a Senesi, passando per Vasco Oliveira, Pinna, Manca e Vispo. Con ordine e dinamismo, gli uomini di Mereu hanno fatto la partita per larghi tratti, in un match da subito giocato su ritmi sostenuti da entrambe le squadre. Se al 7' i padroni di casa si rendono pericolosi con il duo Ngissah-Razziti, l'Olbia risponde al 10' con Senesi che, lanciato a rete, non riesce d'un soffio ad anticipare Pini in uscita. Il match vive di fiammate e capovolgimenti di fronte con Arras e Piredda da una parte e Mendez e Ngissah dall'altra a guadagnare la scena. Al 24' è proprio Arras ad andare vicino al vantaggio con un sinistro dal limite che, deviato, si spegne di poco a lato. Al 34' Van der Want dice no all'attivissimo Mendez, ma un minuto dopo il portiere olandese, nonostante un doppio miracolo, capitola alla terza conclusione di Razziti che vale l'1-0 della Viterbese. L'Olbia reagisce con una punizione di Murgia su cui Pini vola mandando in angolo, ma al 39' la Viterbese colpisce il legno con una botta di Mendez.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con un cambio: Muroni per Geroni in cabina di regia e conseguente consegna della fascia di capitano. La partita mantiene tempi di gioco apprezzabili, l'Olbia intensifica la spinta sulle fasce e i laziali provano a pungere in contropiede. Le schermaglie del primo quarto d'ora non producono effetti, poi dal 60' si accende l'estro di Senesi che, agendo più largo riesce a sprigionare energia e cavalli. L'Olbia, che deve contenere le scorribande di Mendez sulla sinistra, sfiora il pari al 63' con Feola (subentrato poco prima a Piredda) che manca l'impatto con il cross di Muroni. Al 75' Mereu comanda la terza e ultima sostituzione, inserendo Ragatzu per Arras. E al 77', una sgroppata di Senesi lunga 60 metri si esaurisce con atterramento in area da parte di Sane e calcio di rigore. Dal dischetto va proprio Ragatzu che trasforma e fa 1-1. L'Olbia va a caccia del gol qualificazione, ma all'80' si fa sorprendere in contropiede con un letale tre contro due finalizzato da Cenciarelli: 2-1. Bianchi comunque indomiti nel cercare ancora la reazione con Senesi (parata in tuffo di Pini) e Ragatzu (solo contro quattro, centra il palo con un colpo da biliardo). L'ultima fiammata arriva in pieno recupero e vale il pareggio: ancora Ragatzu che rifinisce, Feola impatta con una botta mancina che si insacca sotto la traversa: 2-2.

È il 91' quando l'Olbia pareggia i conti e non c'è più tempo di imbastire l'assalto finale. Le due squadre chiudono il triangolare appaiate a quota 4 punti, ma forte del 3-0 ottenuto contro l'Arzachena la Viterbese accede al turno successivo. Per i ragazzi di Mereu arriva comunque un'altra promozione sul campo. E da domani, sotto con il Piacenza. 

TABELLINO

Viterbese-Olbia | Coppa Italia 2ª giornata - Turno eliminatorio

VITERBESE: Pini, Pacciardi, Cenciarelli (85' Musacci) Bismark, Razzitti, Mendez, Zenuni, Sane, Pandolfi, Di Paolantonio, Atanasov. A disp.: Iannarilli, Peverelli, Celiento, Vandeputte, Micheli, Sini, Baldassin, Mbaye, Tortori, Jefferson. All.: Bertotto

OLBIA: Van der Want, Pinna, Leverbe, Vasco Oliveira, Manca, Vispo, Geroni (46' Muroni), Piredda (57' Piredda), Murgia, Arras (75' Ragatzu), Senesi. A disp.: Aresti, Idrissi, Pisano, Cotali, Dametto, Iotti, Marongiu, Ogunseye. All.: Mereu

ARBITRO: Diego Provesi di Treviglio. Assistenti: Marco Cecchi di Pistoia e Alessio Berti di Prato

MARCATORI: 34' Razzitti, 78' rig. Ragatzu, 80' Cenciarelli, 91' Feola

AMMONITI: 36' Atanasov, 44' Cenciarelli, 77' Sane