PARI SPETTACOLO AL NESPOLI

PARI SPETTACOLO AL NESPOLI

Olbia e Pistoiese mettono gli occhiali in un pomeriggio soleggiato di grandissimo calcio al "Nespoli". Finisce 0-0 la sfida infrasettimanale valida per la settima giornata di campionato, con i bianchi che inanellano il terzo risultato utile consecutivo, salgono a quota 14 punti e trovano nuove, brillanti certezze nel cilindro di una squadra che non vuole smettere di stupire e inorgoglire la propria gente. 

La sfida odierna ha visto gli uomini di Mereu disputare una delle prestazioni migliori dell'anno contro un avversario arcigno e, in senso prettamente sportivo, bellicoso. Un pari tutto sommato giusto, malgrado i bianchi possano recriminare sul conto presentato dalla fortuna per la clamorosa traversa colpita da Arras al 40', quando l'attaccante bianco ha terminato con forza una superlativa azione innescata da Murgia e rifinita (di tacco) da Pennington. Proprio il centrocampista classe 1998 è stata, insieme al generosissimo coetaneo Arras e all'esordiente Vasco Oliveira (subentrato nel finale a Pisano), una delle note più liete di questo intenso pomeriggio. Sostituendo in corso d'opera Geroni (costretto a uscire perché toccato duro da Hamlili a metà campo), la mezzala ha rimescolato le carte e indirizzato il match verso nuovi binari, dopo un avvio prevalentemente di marca arancione.

PRIMO TEMPO. La squadra di Indiani, con Quaranta consegnato alla marcatura a uomo su Ragatzu, in avvio riesce a imbrigliare la manovra dei bianchi con un pressing asfissiante che ha prodotto un'ottima occasione al 17' con Vrioni sul quale Aresti in uscita è prodigioso. L'Olbia, trasformata la sofferenza in energia, esce in maniera ariosa attorno alla mezzora con un gran tiro di Pennington che esalta i riflessi di Biagini. Al 40' la magia non si compie per un'inezia: la ripartenza dei bianchi è fulminante, Murgia verticalizza premiando il taglio in area di Pennington che vede Arras alle sue spalle e con il tacco gli serve l'assist sulla corsa, ma la conclusione a botta sicura del giovane bomber si stampa sul legno orizzontale. 

SECONDO TEMPO. Nella ripresa l'Olbia aumenta i ritmi e il baricentro, schiacciando la Pistoiese in un fazzoletto di terra. Al 51' il break toscano con Nossa che fa gol di testa commettendo però fallo in area è un fatto isolato in mezzo all'impeto bianco che domina la scena. Al 56' Biagini compie il secondo prodigio respingendo in corner una splendida girata di Ragatzu ben assistito da Murgia. E il numero uno arancione si ripete dieci minuti più tardi: Daniele inventa sulla sinistra, Ogunseye vola in cielo e schiaccia di testa trovando la respinta sulla linea del portiere che sulla ribattuta di Murgia compie un autentico miracolo. Ferrari al 71' fallisce una ghiotta occasione da pochi passi sugli sviluppi di un corner, ma è l'Olbia, supportata da un pubblico meraviglioso, che preme e soprattutto crede nel gol. Lo cerca insistentemente, facendo leva su un Ragatzu che manda fuori giri i suoi marcatori ancora una volta al 76': la rifinitura è deliziosa, ma Murgia non riesce a inquadrare lo specchio. All'84' Cotali rulla l'erba sulla sinistra e spara un missile terra aria che esce di poco. Tre lancette dopo, il boato del Nespoli viene spazzato via dalla bandierina dell'assistente: Pennington ruba un pallone nell'area della Pistoiese, crossa al centro e Ogunseye di testa segna in posizione irregolare. 

Il risultato finale non rende sicuramente merito a una partita rivelatasi un vero spettacolo su tutti i livelli: tattico, tecnico e agonistico. La spartizione della posta consente però di fare un passo in avanti in classifica e dà continuità al lavoro di una squadra e di uno staff eccezionali. Avanti così ragazzi e, da domani, sotto con il Siena. Una nuova battaglia ci attende. 

TABELLINO
Olbia-Pistoiese 0-0 | 7ª giornata 

OLBIA: Aresti, Pinna, Pisano (72' Vasco Oliveira), Dametto, Cotali, Muroni, Geroni (29' Pennington), Feola, Murgia, Ragatzu, Arras (64' Ogunseye). A disp.: Idrissi, Van der Want, Manca, Iotti, Vispo, Senesi, Marongiu. All.: Bernardo Mereu

PISTOIESE: Biagini, Tartaglione (46' Mulas), Vrioni (70' Zappa), Ferrari (80' Boggian), Zullo (53' Priola), Regoli, Quaranta, Luperini, Hamlili, Nossa, Minardi. A disp.: Niccolini, Surraco, Eleuteri, Dosio, Sadotti, Petroni. All.: Paolo Indiani

ARBITRO: Davide Miele di Torino. Assistenti: Francesco Perrelli (Isernia) e Mario Berger (Pinerolo)
AMMONITI: 38' Vrioni (P), 92' Hamlili (P)
NOTE: Spettatori: 1023; Recupero: 3’pt; 4’st