DI NUOVO EROI AD AREZZO!

DI NUOVO EROI AD AREZZO!

Vittoria di testa. Di cuore. Di pazienza. Ma soprattuto di forza. L'Olbia bissa il successo del 6 maggio ed espugna il Comunale di Arezzo con un colpo di testa di Ogunseye che all'85', assistito alla perfezione da Ragatzu, schiaccia sotto le gambe di Borra e fa volare l'Olbia a quota 17 punti

È la partita della maturità per gli eroi di Mereu, gli eroi di Arezzo che in terra petrarchesca si sono ripetuti componendo la più bella delle rime baciate al verso scritto nello scorso campionato. Una grande impresa, perché arrivata contro un avversario davvero forte che ha saputo mettere in seria difficoltà l'Olbia. Soprattutto nel primo tempo, quando Aresti è stato provvidenziale al 19' nel respingere le conclusioni ravvicinate di Corradi prima e Moscardelli poi. I bianchi hanno sofferto la velocità degli aretini sulle corsie laterali, ma di contro hanno saputo opporre un fraseggio delizioso che ha portato Ragatzu e Murgia a dare parecchi grattacapi alla retroguardia locale.

Nella ripresa la squadra di Mereu ha preso le redini del gioco uscendo con grande autorità alla distanza. Leverbe è subito pericoloso al 48' di testa, Ragatzu un'ira funesta per le maglie amaranto che al suo passo danzante cedono per manifesta debolezza. Murgia al 57' controlla bene in profondità ma calcia alto, poi al 69' è Ogunseye a sprecare l'occasione più limpida: il numero 7 pennella con il giro giusto in area, ma il colpo di testa dell'ariete bianco si infrange sui guantoni di Borra. Superata la metà della frazione la partita sembra incanalarsi verso i binari del pari, poi la girandola di cambi a 5' dalla fine si rivela l'interruzione vincente. Pavanel si copre inserendo Ferrario per Moscardelli, Mereu ridisegna il suo 4-3-1-2 con Biancu e Vispo (entrambi all'esordio nel professionismo) per Murgia e Pennington. E una manciata di secondi dopo, il ghiaccio si rompe: Ragatzu è ancora una volta Ragatzu: predica dribbling e profetizza gol con un tracciante diretto a Ogunseye, che attacca la palla con fame e tempismo e mette la firma sulla vittoria. 

L'Olbia torna a casa con tre punti e il terzo successo esterno stagionale. Le zone nobili ci piacciono e, continuando così, possiamo dire di meritarcele tutte. Domani il meritato riposo, da martedì testa al Cuneo. 

TABELLINO
Arezzo - Olbia | 9ª giornata

AREZZO: Borra, Varga, Rinaldi, Muscat (73’ D’Ursi), Luciani, Cenetti (55’ Talarico), De Feudis, Foglia, Corradi, Moscardelli (84’ Ferrario), Di Nardo (46’ Disanto). A disp.: Ferrari, Cellini, Ravanelli, Benucci, Criscuolo, Quero, Franchetti. All.: Pavanel
OLBIA: Aresti, Pinna, Dametto, Leverbe, Pisano, Pennington (84’ Biancu), Muroni, Feola, Murgia (84’ Vispo), Ogunseye (89’ Senesi) Ragatzu. A disp.: Idrissi, Van Der Want, Manca, Iotti, Oliveira, Arras, Cotali. All.: Mereu
ARBITRO: Andrea Colombo di Como. Assistenti:  Martinelli di Seregno e De Ambrosis di Busto Arsizio.
MARCATORE: 85’ Ogunseye 
AMMONITI: 30’ Pinna, 35’ Aresti, 92’ Rinaldi
NOTE: Recupero: 3’ st