“Abbiamo le armi per fare bene”

Vigilia di campionato per l’Olbia che domani, alle ore 14:30, scenderà in campo al Romeo Neri per sfidare il Rimini. Completata la seduta di rifinitura al CS Gypsos, il tecnico dei bianchi Roberto Occhiuzzi ha parlato per presentare una sfida che per l’Olbia dovrà rappresentare il riscatto dopo la beffarda sconfitta interna con la Vis Pesaro. 

Un ko, spiega il tecnico, che fa “rosicare” ma che non lascia particolari strascichi: “Avremmo avuto qualche problema in più se la sconfitta fosse arrivata dopo una brutta prestazione. Invece la squadra ha dato dimostrazione di saper progredire e che solo per una questione di centimetri, sia in fase d’attacco nelle tante occasioni create che in fase difensiva, nell’unica occasione concessa alla Vis, non ha fatto risultato“. 

Il tecnico parla quindi delle aspettative nei confronti della squadra: “Dobbiamo fare uno step ulteriore sul piano della mentalità per capire chi siamo realmente e cosa possiamo diventare. Quando guardiamo a noi stessi dobbiamo verificare che tutte le caselle che rendono una squadra competitiva siano piene: come equilibrio, compattezza e capacità di essere pericolosi ci siamo. Adesso manca qualcos’altro“. Si fa riferimento alla concretezza sotto porta, componente essenziale per costruire una mentalità vincente: “Ci abbiamo lavorato in questi giorni e i ragazzi sanno che non dobbiamo mai accontentarci. In questo senso, domenica ho provato a dare un segnale cambiando modulo nel finale. È vero che dobbiamo dare importanza al risultato e ai punti, ma anche sapere che abbiamo le armi per provare a fare sempre qualcosa in più“. 

Ma la Vis Pesaro, come si suol dire, è già storia. Davanti all’Olbia c’è una squadra, il Rimini, che ha saputo sconfiggere l’Entella a Chiavari per 2-0: “Potremmo aspettarci una sfida giocata su ritmi diversi rispetto alle ultime due partite. Il Rimini è una squadra esperta con individualità importanti soprattutto in attacco“. Per l’Olbia si allunga però la lista degli indisponibili. A Nanni, Secci e Palesi si sono aggiunti Emerson e Sanna: “Non avere con noi il capitano – spiega Occhiuzzi – ci fa mancare qualcosa sia sul piano dell’esperienza che sui tempi di gioco. Ma anche l’assenza di Nanni è pesante: spero di poterlo rivedere presto con il sorriso perché si tratta di un ragazzo di grande valore e per noi molto importante“.  

Sulla formazione, i turni infrasettimanali impongono riflessioni fino all’ultimo: “Osserverò ancora i ragazzi in queste ore, dallo sguardo si può capire tanto. Per questo intendo valutare fino alla fine perché quando le gare sono ravvicinate e tutti i giocatori danno risposte positive in allenamento, i dubbi ci sono.  Sono consapevole che in mezzo al campo bisogna iniziare a dar fiato a qualcuno. Che sia dall’inizio o a partita in corso, Occhioni, Incerti e Zanchetta stanno dando dimostrazione di essere pronti“. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.