“Con il Montevarchi partita cruciale”

Due punti di differenza in classifica, il profondo rispetto dell’avversario, la determinazione di chi sa che dalla vittoria può passare la svolta della stagione: “Sì, questa è una partita cruciale” riconosce Max Canzi in conferenza e “a dimostrarlo c’è il fatto che restano solo dieci partite da giocare e che la classifica ci vede molto vicini. È una squadra in salute che dovremo affrontare con la massima attenzione“. 

La prolungata assenza dalla vittoria ha accorciato ulteriormente le distanze nel gruppone. Playout e Playoff sono adesso pressoché equidistanti: “Sarà così alla fine – taglia corto Canzi -, affollato e compatto. Tralasciando la partita di Cesena – continua – abbiamo messo in fila solo prefazioni sportive. Deluso del rendimento? No, direi che sono dispiaciuto perché la squadra sta dimostrando di avere un’identità chiara. È inutile però guardarsi indietro, dobbiamo solo continuare a dimostrare di meritare altro perché questa squadra ha qualità, intensità e voglia per riportarsi dov’era un mese fa. La migliore Olbia del girone di ritorno? Quella che ha battuto la Lucchese perché seppe abbinare alla prestazione il risultato pieno“.

Dopo la beffa subita con la Reggiana, sono arrivati due pareggi in trasferta: “Usciamo da tre partite in cui abbiamo subito due reti su calcio di rigore. La solidità difensiva è stata ritrovata, ma è evidente che stiamo mancando in fase di concretizzazione“. In questo senso, la partita di Viterbo grida ancora vendetta: “È oggettivamente difficile produrre più di quanto fatto mercoledì, quando abbiamo anche concesso poco a all’avversario. Ci sono due modi per migliorarci in questo aspetto: continuare ad allenare l’aspetto tecnico e lavorare contemporaneamente su quello mentale per sbloccarci“.   

Il turnover ha visto diversi avvicendamenti anche in attacco: “Le prestazioni in allenamento e quelle in partita determinano le gerarchie. Poi è chiaro che nelle gare dove c’è da attaccare la profondità, Saira, che a Viterbo ha fatto una buona gara, può essere più efficace di Mancini che invece è molto abile nella protezione della palla. Ma anche Manca sta scalpitando per trovare spazio. Devo dire che in queste ultime partite la squadra ha dimostrato di essere competitiva pur cambiando gli interpreti, segno che i cambi a disposizione sono di buon livello“. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.