“Equilibrio e solidità”

Prima trasferta stagionale per l’Olbia che domani, alle 14:30, se la vedrà contro il Montevarchi. La settimana di lavoro al CS Gypsos, dopo il successo al debutto, è trascorsa all’insegna del lavoro e della massima concentrazione. Così, dopo la sessione di rifinitura di questa mattina al Nespoli, il tecnico Roberto Occhiuzzi ha incontrato la stampa per presentare l’impegno in calendario.

LAVORO. L’allenatore ha esordito sottolineando come il giorno dopo la vittoria sul Pontedera, staff e squadra fossero già orientati all’analisi di ciò che è stato e al lavoro per pianificare ciò che dovrà essere: “Abbiamo rialzato immediatamente la tensione perché abbiamo giocato solo una partita e perché c’erano alcune cose da rivedere. I ragazzi hanno lavorato con la giusta concentrazione sugli aspetti che vanno migliorati e sulle contrapposizioni da mettere in campo contro il prossimo avversario“. 

IL MONTEVARCHI. La squadra toscana è reduce dal ko per 2-0 sul campo del Gubbio: “Non sono un allenatore che ama parlare molto dell’avversario perché mi piace guardare in casa mia, osservare da vicino i miei ragazzi, avere con loro un rapporto diretto da uomo a uomo. Credo che ogni squadra di questo campionato abbia punti di forza e che ogni gara nasconda insidie e difficoltà. Serviranno per questo massima attenzione e capacità di ribattere colpo su colpo perché la squadra deve portare alto il nome di Olbia fuori dalla Sardegna. La differenza – puntualizza Occhiuzzi – si fa coltivando la giusta mentalità“.

OBIETTIVO CRESCITA. Durante il confronto con i cronisti, il tecnico ripercorre la sfida con il Pontedera e conferma le impressioni avute a caldo: l’Olbia  ha ancora ampi margini di crescita, ma non deve stravolgere il proprio atteggiamento: “Con il Pontedera siamo andati molto bene in fase di non possesso, mentre sulla fase di possesso mi aspetto di vedere dei miglioramenti gara dopo gara. Resta inteso però che la squadra non deve mai perdere di vista l’equilibrio in campo. Perché è attraverso la solidità, la cattiveria agonistica e l’umiltà che si arriva al risultato e alle vittorie. Soprattutto in questo campionato. Il nostro attacco? Dispongo di giocatori che a ridosso dell’area avversaria possono essere molto pericolosi per cui, pur chiedendo loro spirito di abnegazione, preferisco lasciarli liberi di inventare“. 

FORMAZIONE E LIBERTÀ. Difficile carpire dal tecnico input sul possibile undici titolare, anche se Occhiuzzi confessa di “prediligere la continuità al netto degli acciacchi e di chi in settimana dimostra di meritare la maglia più di altri. Ho ancora dei dubbi che – prosegue – scioglierò questa sera insieme allo staff. Ma tutti i ragazzi sono sul pezzo, tutti consapevoli che per noi questo è un secondo banco di prova molto importante. E che dobbiamo dare segnali di responsabilità sia all’ambiente che a noi stessi“. 



Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.