“I sacrifici pagano”

L’Olbia interrompe il digiuno di vittorie in campionato che durava dalla prima giornata e a Imola conquista tre punti che fanno bene al morale e alla classifica. Nel post gara, l’allenatore dei bianchi Roberto Occhiuzzi commenta così il successo della sua squadra: “La prestazione e il risultato di oggi sono la dimostrazione che non vogliamo che la fiducia e il tempo che ci sono stati dati vengano sprecati. Sia chiaro: se non daremo continuità a questa vittoria non avremo fatto nulla, ma tutti i segnali di vicinanza e di positività arrivati verso la squadra, verso lo staff e verso di me sono stati colti nel modo giusto. Questa vittoria nasce anche nel tempo che abbiamo trascorso insieme grazie ai tre giorni di ritiro concessi dalla società. Abbiamo lavorato tanto, venerdì eravamo in campo per fare un doppio allenamento. La squadra ha dimostrato di sapersi sacrificare e il gruppo sta crescendo anche in mentalità. Un esempio per tutti? La Rosa: ho deciso di dargli un turno di riposo per farlo rifiatare, mi ha risposto che per il bene dell’Olbia accetterebbe qualsiasi decisione e, nei 6′ che ha giocato oggi, è stato decisivo per temperamento e astuzia“. 

La partita ha vissuto di occasione mancate (tante quelle dell’Olbia nel primo tempo) e di un episodio, l’espulsione di Sueva, che avrebbe potuto condizionare negativamente la gara: “La squadra ha giocato la partita nel modo giusto, dimostrando di aver fatto passi in avanti anche rispetto all’identità che voglio vedere come allenatore. Non metterò mai le mie idee davanti alla squadra, ma all’equilibrio e alla compattezza, che sono basilari, adesso la squadra sta iniziando a far vedere anche efficacia in fase propositiva. Quando siamo rimasti in dieci ci siamo schierati a 4 dietro riuscendo a difenderci con ordine e a essere pungenti davanti. Il segreto è stato lì: nel sacrificio dei ragazzi in campo. Contini è stato bravo a lavorare sempre cercando la profondità, gli avevo chiesto di insistere sul puntare l’area avversaria e di non giocare spalle alla porta. Sueva? Dispiace perché se il secondo giallo era giusto, il primo non ha una spiegazione“. 

Ora continuità, come detto e ribadito dal tecnico: “Un giorno di riposo, poi tutti sul pezzo. A livello mentale avevo già visto segnali positivi, piano piano la rosa sta tornando al completo e quando aumentano le opzioni aumenta anche la qualità“. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.