L’Olbia sfida il Grosseto

Caccia al boccone da tre punti per l’Olbia che domani, nel lunch match delle 12:30, accoglie nella propria tana il Grosseto. A presentare l’importante confronto contro la squadra maremmana che andrà a chiudere il girone di andata, è stato il tecnico Max Canzi, che ha risposto in videoconferenza alle domande dei cronisti. 

Si parte da un imperativo: vittoria a tutti i costi? “Come sempre” puntualizza Canzi “a rischio di sembrare ripetitivo e noioso, noi scendiamo in campo sempre per vincere. Domani avremo di fronte un avversario che ha fatto oggettivamente meglio di noi sinora. La classifica è lì a dimostrarlo. Per questo merita il massimo rispetto da parte nostra“.

Già, la squadra di Lamberto Magrini è stata autrice di una notevole prima parte di stagione: 25 punti conquistati, 20 dei quali in trasferta: “Ma sono convinto – dice Canzi – che, in un campionato come questo dove il fattore casalingo non esiste più, la ripartizione dei punti segua logiche genericamente casuali o da analizzare in funzione delle singole partite. Penso che sia più utile concentrarsi, dunque, su altri punti, quelli di forza di un avversario che ha dimostrato di avere fame e motivazioni. E una batteria di ottimi giocatori offensivi che dovremo essere bravi a disinnescare“.

L’Olbia arriva all’impegno come chi sa di essere da tempo sulla buona strada, ma anche che l’andatura della corsa non è ancora quella giusta: “La serie positiva ci dà fiducia, ma continuo a ripetere che bisogna vincere di più per poterci tirare fuori da queste zone di classifica. Dopo il pareggio di Novara, abbiamo lavorato per rinforzare le cose che sono andate bene e per correggere quelle che hanno funzionato meno. Tra queste sicuramente la fase conclusiva, che ci tormenta da inizio anno e sulla quale dobbiamo migliorare nettamente. Io cerco di trovare le soluzioni tattiche, i ragazzi ci devono mettere istinto e cattiveria“.

E quindi che Olbia dovremo aspettarci? “Un’Olbia che scenderà in campo per imporre il proprio gioco e per vincere” sottolinea a più riprese il tecnico. “Ho diverse soluzioni per l’undici titolare – prosegue – e l’abbondanza è sempre un aspetto positivo. Di sicuro, però, vale sempre la stessa regola: gioca chi dimostra di meritare la maglia tanto in campo quanto in settimana in allenamento. Biancu? Sono contento di quello che sta facendo nel ruolo di trequartista. Ci è mancato, all’inizio, per problemi fisici, ma da quando è tornato ha saputo rispondere presente“. 

Rosa ampia, mercato fermo. “Come ho detto in passato, io sono soddisfatto dei giocatori che ho a disposizione. In questo momento, effettivamente, siamo lunghi in alcuni reparti, ma le rotazioni e gli avvicendamenti avuti nel corso della stagione dimostrano che tutti hanno la possibilità di conquistare il posto. Chi oggi sta giocando meno, avrà prima o poi l’opportunità di guadagnare più spazio. Se invece qualcuno ha possibilità di trovare più spazio altrove da subito, si valuterà il da farsi. Di certo, noi non mandiamo via nessuno“.  

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.