Mereu: “Ad Arezzo con personalità”

La trasferta di Arezzo crocevia importante. L’Olbia lo sa, il suo nocchiero Bernardo Mereu lo sottolinea in conferenza stampa. Dopo due gare casalinghe in cui il raccolto, in termini di punti, è stato nettamente inferiore a quanto il seminato lasciava invece intendere, i bianchi sono chiamati a riscattarsi contro una squadra di alto livello che è reduce da un filotto di tre risultati utili consecutivi.

Si tratta di una trasferta impegnativa, forse la più difficile perché veniamo da due partite al Nespoli in cui abbiamo dovuto masticare amaro” premette il tecnico nel presentare la sfida di domani contro l’Arezzo. “Per noi è un banco di prova importante perché abbiamo voglia di ripetere le prestazioni offerte con Pistoiese e Siena e conquistare i punti che meritiamo. Ho grande fiducia nei ragazzi e nel lavoro che hanno portato avanti con grande impegno durante questa settimana“. 

Sarà una squadra amaranto sicuramente diversa rispetto a quello sconfitta lo scorso anno negli ultimi 90′ di campionato, ma anche rispetto a quella che ha iniziato col singhiozzo la stagione 2017/18. “Dopo il cambio del tecnico la squadra ha cambiato ritmo e anche atteggiamento in campo ottenendo buoni risultati. Ci sono giocatori di grande spessore come De Feudis e Moscardelli, ma noi andiamo a giocarcela come sempre, con la voglia, la determinazione e la personalità di raccogliere il massimo perché questo deve essere il principio di ogni nostro approccio“. 

L’undici titolare resta ancora in elaborazione, ma Mereu fornisce alcune chiavi di lettura su modulo e interpreti: “Ho un gruppo di giocatori che ha nelle sue corde il 4-3-1-2 e il rombo a centrocampo, anche se ciò non toglie che con il tempo proveremo a crescere anche in altre direzioni. Cambi in attacco al fianco di Ragatzu? Non credo, Ogunseye è un giocatore fondamentale per noi, non ha eguali per come gioca e per come si mette a disposizione dei compagni e domani avremo bisogno della sua forza“.

Ad Arezzo potrebbe arrivare l’esordio di Biancu: “L’inserimento di un ragazzo di 17 anni che viene da un infortunio non certo banale non può avvenire in maniera così precipitosa. Questa settimana ha lavorato tutti i giorni con il gruppo, sarà tra i convocati, può essere impiegato per un certo numeri di minuti e in tal caso sono certo che risponderà presente. Così come ha fatto e farà Murgia, che sta facendo bene e sta crescendo partita dopo partita e allenamento dopo allenamento“. 

CLICCA QUI PER LEGGERE I CONVOCATI PER AREZZO 

 

 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

Comunicato

Il punto sugli infortuni  Al rientro dalla trasferta aretina, ecco il punto

Lorenzo Boganini

La società rende noto che questa mattina Lorenzo Boganini si è sottoposto

Comunicato

Il punto sugli infortuni  Al rientro dalla trasferta aretina, ecco il punto

Lorenzo Boganini

La società rende noto che questa mattina Lorenzo Boganini si è sottoposto

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.