Mereu: “Serve una prova di carattere”

Rifinitura, conferenza stampa, pranzo e partenza. La mattinata della vigilia di Pro Piacenza-Olbia ha per i bianchi il ritmo scandito dalle fondamentali consuetudini. Lo step dell’incontro con i cronisti, il necessario passaggio delle responsabilità al giudice sovrano: il campo. “Dalla squadra mi attendo una risposta importante sotto il profilo caratteriale” esordisce mister Mereu. “Soprattutto in un un momento in cui siamo chiamati a giocare tre volte in una settimana. Contro il Pro Piacenza avremo dunque la prima sfida di un tour de force che richiederà ai giocatori una capacità supplementare nel ricaricare le pile dell’agonismo, della concentrazione e dell’attenzione“. 

Il Pro Piacenza di Fulvio Pea è una squadra coriacea, che fa della densità e del contropiede le sue armi migliori: “È una squadra che ha giocatori d’esperienza e di spessore e che gioca molto bene sulle ripartenze. Si difende in maniera compatta, sia a 4 che a 5, a seconda delle esigenze tattiche del momento. In avanti Alessandro è un giocatore che sa trovare ampiezza sulla sinistra, mentre dovremo prestare attenzione alla fisicità di Mastroianni, la loro punta centrale“. L’impegno è ancora una volta probante: “Sarà una partita impegnativa, loro vengono da una settimana di riposo e avranno una condizione fisica ottimale, ma noi siamo reduci da una buona prestazione e da una settimana di lavoro fatto bene. Noi dobbiamo pensare anzitutto a custodire il patrimonio del lavoro quotidiano, difenderlo strenuamente dagli attacchi degli avversari“. 

Il trittico di gare potrebbe indurre a ragionare su un turnover? “La formazione la determino sempre al termine del lavoro settimanale e, in mezzo a 20 giocatori che si impegnano al massimo, devo essere attento a percepire i segnali quelle sfumature nei dettagli che mi possono dare maggiori garanzie. Non dimentichiamoci mai che questa è una squadra molto giovane e ci vogliono i tempi giusti per inserire i giocatori. Non dobbiamo avere fretta di arrivare, ma sapere quando è il momento giusto per partire. Se arrivi giusto rispondi presente, se arrivi prima rischi di trovare difficoltà. Con lo staff lavoriamo soprattutto per questo: fare in modo che tutti arrivino pronti alla chiamata“. 

È successo con Senesi domenica: “Segno che la strada è quella giusta e questo mi fa molto piacere. Pinna? È uno dei miei eroi di Arezzo, ho grande stima nei suoi confronti, così come di Leverbe. Entrambi li vedo pronti e la prossima settimana potrebbero dare respiro a qualcuno che ha giocato di più, ma sempre in funzione di quanto dimostreranno durante gli allenamenti“. In chiusura una battuta su Ogunseye: “È un attaccante dalle caratteristiche uniche in rosa, per la squadra fa un lavoro fondamentale. Sono certo che presto troverà anche la via del gol“. 

Appuntamento domani al “Garilli” alle ore 16:30. Grinta e passaparola. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società rende noto che Gianluca Contini e Alessandro Corti terminano la

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare l’acquisizione dei diritti alle prestazioni sportive

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.