“Sì, ce la giocheremo”

Sì, ce la giocheremo“. Max Canzi in conferenza stampa non scopre le carte ma mette in evidenza la forza e la qualità del suo gruppo, anche al cospetto di un avversario, la Reggiana di Aimo Diana, capolista del girone con 59 punti, che in Sardegna arriva con il favore dei numeri e dei pronostici. 

Per quanto difficile e piena di insidie – spiega il tecnico bianco – questa sarà una partita bella da disputare che, senza presunzione, proveremo a giocare fino in fondo. La Reggiana è una squadra che ha tanta qualità e grande concretezza, che difende con intensità e che non a caso ha la migliore difesa del torneo. Io – prosegue – credo molto nei nostri valori e nella nostra capacità di fare la partita. È evidente che i favori del pronostico siano dalla loro parte, ma l’Olbia se l’è sempre giocata con tutti e sappiamo che lavorando sui dettagli e sull’attenzione possiamo ancora migliorare“. 

Gli emiliani, imbattuti nel torneo, hanno sinora dato prova di una forza dirompente: “La Reggiana – dice Canzi – verrà qua per vincere perché questo gli impone il campionato di grande livello che sta disputando insieme al ModenaNoi dovremo essere bravi a limitare il loro impatto chiudendo gli spazi e cercando di colpire laddove manifesteranno qualche debolezza, perché tutte le squadre hanno dei punti deboli“. Sulle eventuali modifiche tattiche e di uomini, il tecnico non si sbilancia: “Da qui alla fine del campionato ci sarà bisogno di tutti, specie per i tanti impegni ravvicinati previsti. Non è però mia abitudine fare calcoli rispetto alla partita successiva: cerco sempre di mettere in campo la migliore formazione possibile. Cambiare qualcosa rispetto a Gubbio? Magari a livello di strategie, di modo di difendere, di zone di pressione”. 

L’Olbia si presenta all’impegno con qualche defezione di troppo in difesa (Brignani fermato dal giudice sportivo, Boccia e Renault infortunati), pur ritrovando Emerson di ritorno dalla squalifica. Non convocato, invece, Giandonato: “È una mia scelta tecnica – chiarisce il tecnico -. Il bene dell’Olbia viene prima di ogni cosa: anzitutto prima di me, ma sicuramente anche prima di ogni singola individualità che compone il gruppo“. 

A supportare la Regia è atteso al Nespoli un contingente di circa 250 tifosi e anche per questo Canzi fa un appello alla piazza: “So che il giorno e l’orario possono creare qualche problema, ma sarebbe importante vedere anche i nostri settori pieni di gente. Si tratta di una partita di cartello, di un evento importante anche per la città e sarebbe bello non percepire di giocare come se fossimo in trasferta“. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.