S’Olbia at a faeddare in sardu

La Società è lieta di annunciare la nascita di una collaborazione con l’associazione olbiese Amistade, da circa trent’anni riferimento cittadino per la promozione e la valorizzazione della lingua e della cultura sarda.

Grazie al supporto e alla consulenza linguistica di Amistade, il club ha infatti deciso di rivolgersi ai propri fan utilizzando una comunicazione bilingue italiano-sardo sui propri canali social. Un primo, significativo passo che la Società intende compiere verso la valorizzazione della lingua sarda e al quale, nelle intenzioni programmatiche condivise con Amistade, farà seguito la messa in opera di ulteriori iniziative volte a conferire crescente importanza e spazio a un progetto che avrà valore linguistico e respiro sociale. 

Da tempo – spiega Matteo Sechi, responsabile marketing e comunicazione del club – avevamo ponderato la possibilità di utilizzare i nostri canali ufficiali per comunicare anche nella lingua della nostra Regione e se oggi è stato possibile compiere questo importante passo è perché Amistade ha deciso di mettere a disposizione del club le proprie preziose competenze, entusiasmo e grande passione. La lingua è, più di ogni altro, lo strumento che connota e pervade una cultura e il relativo senso di appartenenza ed è per questo che, come club, abbiamo voluto integrare la missione societaria di valorizzazione sportiva e professionale dei giovani del territorio con una comunicazione tesa a dimostrare come la lingua sarda sia ricca, viva e fruibile anche in ambito calcistico tanto oggi quanto, soprattutto, nel futuro”.  

Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di collaborazione e ringraziamo l’Olbia Calcio per questa bella opportunità” ha dichiarato il presidente dell’associazione Amistade Mario Bua Capitta. “Come associazione, sin dal giorno del battesimo avvenuto nel 1993 in presenza del professor Massimo Pittau che per l’occasione presentò il suo Ulisse e Nausica in Sardegna, abbiamo sempre cercato di plasmare un immaginario del nostro futuro che guardasse al mito e fosse allo stesso tempo innovativo, prospero e libero. In questo senso, grazie all’Olbia potremo proseguire con rinnovata forza il nostro investimento in identità e consapevolezza linguistica ritrovando nel gioco del calcio l’eredità del mito che pervade la nostra cultura”.

—-

S’ Olbia Calcio, paris cun Amistade, chi dae trinta e passa annos cuntivizat s’impitu de sa limba sarda, est biada de annuntziare un’assotziu nou chi mirat a ajuare su faeddu bilingue in su mundu sportivu. In cumone cun Amistade, su club olbiesu, si pròponet de faghere colare s’impitu de sa limba sarda, in sas sèmidas de sa comunicatzione social. Custu cheret essere unu primu passu, ind’unu caminu pensadu pro una créschida sotziale e culturale in su mundu sportivu de su logu, gratzias a sa limba sarda.

Dae tempus meda – ispiegat Mateu Sechi, mastru de marketing e comunicatzione de su club nostru – amus desizadu de poter impitare sa limba nostra in manera ufitziale e oe, gratzias a sa s’esperientzia, a s’ischire e sa passione de s’assotziu de Amistade, s’idea est comintzende a bìdere lughe. Sa limba est su connotu chi nos acomunat ind’unu mundu solu e amus cherfidu donare valore e forza a sa missione de s’Olbia, chi est cussa de ajuare sa creschida e su metzoru sportivu e professionale de sa pitzinnia de sa Gaddura e de sa Sardigna intrea, a die de oe e in su tempus bennidore puru.  Su mundu sportivu potet dimostrare cantu siat bia sa limba sarda e cantu potet galu contare in sa vida nostra de ‘onzi die”.

Amus acoglidu cun cuntentesa manna, su cumbidu de s’Olbia Fubbal – narat Mario Bua Capitta, presidente de Amistade – e ringratziamus s’iscuadra olbiesa cun totu su coro. Amistade naschet in su 1993 e benit battijada dae unu babbu mannu, Massimo Pittau, chi nos donedit unu libberu, nou a sos tempos, Ulisse e Nausica in Sardegna. Dae sa die, pro trin’annos chentza pasu, amus semper chircadu de innestare in s’arvure de sa mitologia, sas taleas de unu tempus bennidore liberu, prosperu e modernu. Pro custu namus gratzias, ca s’Olbia sportiva nos donat unu mitu, forsis ereditadu dae su connotu religiosu, inue potere sighire a investire, in identidade linguistica e culturale“.

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.