“Tutti godano della vittoria, ma la testa è al Gubbio”

Ha condotto la squadra alla vittoria con una settimana di lavoro intensa e certosina e con una condotta in campo perfetta per tutti i momenti della gara. Roberto Occhiuzzi non maschera la soddisfazione per la seconda vittoria stagionale contro la Torres, pur spostando l’orizzonte già al prossimo impegno di campionato: “È stato senza dubbio un bel derby di cui devono godere la società, la città e i ragazzi. C’era la responsabilità per questa partita e per la classifica e continua a esserci, per cui la mia testa è già proiettata alle prossime nove finali. Dare soddisfazioni a una città che con noi ha avuto tanta pazienza è qualcosa che mi rende molto orgoglioso“. 

Il tecnico calca sulla forza del gruppo: “Ci divertiamo a stare insieme, questo è un gruppo di ragazzi che faccio fatica a lasciare fuori dovendo sceglierne undici. Tutti si sentono e giustamente esultano da protagonista, per questo non ho mai dubbi che chiunque giochi fa battaglia nel modo giusto. Personalmente mi sono sempre sentito protetto sia dalla società che dall’ambiente, la fiducia che ho avuto la devo ripagare anche perché qui mi sento a casa“.

Sulla gara: “Dopo lo svantaggio non ho comunque mai avuto la sensazione che potessimo perdere la partita. Ci è voluto solo del tempo perché prendessimo le misure rispetto al loro schieramento in campo. Il secondo tempo? Mi sono reso conto subito che i nostri due attaccanti esterni facevano più fatica nelle chiusura diagonali, quindi a un certo punto ho optato per un centrocampo a tre“. Si fa notare che l’Olbia ha saputo rimontare per tre volte la Torres in stagione: “Da tempo sappiamo di essere sulla giusta strada, sono mesi che ci esprimiamo su livelli importanti. Siamo una cosa sola, una famiglia, a me il compito di far migliorare ancora questa squadra. Da stasera i miei pensieri saranno già rivolti al Gubbio“. 

Si passa quindi ai protagonisti: “Ragatzu? Un fuoriclasse e un uomo di grande spessore, mi auguro che gli venga riconosciuto il giusto spazio nel racconto di questa partita“. E su Van der Want, chiamato in causa all’ultimo minuto per l’infortunio occorso a Sposito: “Prima della partita gli ho detto che era arrivato per lui il momento di riprendersi la scena. Sono contento che l’abbia fatto dimostrando il suo valore”. In chiusura anche una battuta per La Rosa: “So quanto tenesse a questa gara, ha saputo trasmettere una positività unica a tutti i compagni“. 

Condividi l'articolo

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.

Ultime notizie

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

comunicato

La società Olbia  Calcio comunica “di aver sollevato il Sig. Marco Gaburro dall’incarico

comunicato

L’Olbia Calcio è lieta di annunciare il consolidamento della partnership con Geasar,

Scopri il nostro shop

Mostra il tuo orgoglio per i nostri giocatori e renditi protagonista del gioco.